MONOLOGO DI DONNA CON LIEVITO MADRE

giovedì 7 ottobre ore 20
QUBÌ – via Parma 75, Torino
Spettacolo e aperitivo per numero limitato di spettatori

Evento in collaborazione con Qubì Associazione

BIGLIETTI
Spettacolo e aperitivo (leggi sotto per il menu!)
Intero: 15 € + prevendita | Ridotto: 13 € + prevendita
acquista


MONOLOGO DI DONNA CON LIEVITO MADRE

di e con Giulia Cerruti
produzione Compagnia Crack24

Monologo di donna con lievito madre è uno spettacolo figlio del lockdown, nato all’insegna della noia e della solitudine; è pronto da mesi ma non ha ancora mai potuto vedere la luce per ovvie ragioni di Covid.

Monologo di donna con lievito madre è una stand up che affronta i temi che nell’ultimo anno hanno toccato le vite di tutti noi: la solitudine, la convivenza forzata, la noia, la volontà spasmodica di riempire il tempo, il complottismo, la paura del contagio, l’ottimismo di plexiglass dell’andrà tutto bene. Dietro alle battute si nasconde la tragicommedia nella quale ognuno di noi è stato ribaltato nell’ultimo anno e mezzo, in cui ogni giorno si ride per non piangere. Come disse qualcuno “il comico non è che il tragico visto di spalle”.

Monologo di donna con lievito madre è uno spettacolo che ci ricorda di non dimenticare. Non dimenticare la solitudine. Non dimenticare la noia. Non dimenticare la paura. Non dimenticare le penne lisce. Non dimenticare che, comunque, con un po’ di lievito madre, la pillola va giù.


IL MENU
– l’aperitivo preparato dai Cuochivolanti con i prodotti di Agrisalumeria Luiset e dei Maestri del Gusto di Torino e provincia 2021/2022AgribiscottoBirrificio San MicheleCamelliaGreen ItalyLa MaseraMacelleria GadaletaOsteria Enoteca RabezzanaPastificio Bolognese
– il cioccolato di Pastiglie Leone

Giulia Cerruti

“PRESENTAZIONE PIÙ FORMALE”
Nasce a Torino il 11 ottobre 1993.
Dopo aver frequentato il Corso Propedeutico del Teatro Stabile di Genova nel 2015 si diploma alla scuola di perfezionamento per attori Shakespeare School di Jurij Ferrini nel 2017. 
Ha studiato con Anna Laura Messeri, Massimo Mesciulam, Enrico Bonavera, Francesco Origo, Valerio Binasco, Cristina Pezzoli, Gabriele Vacis, Alberto Giusta, Marco Lorenzi, Nicola Pannelli e Vladimir Olshanky.
Dal 2017 nel ruolo di organizzatrice dà vita alla Festival “L’arte nel pagliaio” della Cascina Duc di Grugliasco.
Dal 2016 ad oggi lavora oltre che come attrice anche come insegnante di recitazione.
Nel 2018 fonda, insieme ai suoi ex compagni della Shakespeare School, la compagnia Crack24.
Nel 2021 fonda lo Spazio Cristina.

“PRESENTAZIONE PIÙ SIMPATICA”
Giulia Cerruti è attrice e autrice torinese Inizia la sua brillante carriera con il ruolo de “La Pastorella Contrita” nel presepe vivente in terza elementare.
Da allora ha brillato su palcoscenici e piccoli schermi per le sue splendide interpretazioni di ruoli come “La Lesbica”, “La Lesbicona” e “La Lesbicona Suicida”.
A dispetto di quello che pensa la gente, Giulia è eterosessuale, ama la vita, e sarebbe stata un arcangelo bellissimo nel presepe vivente
Alcuni dicono che nelle notti di luna piena faccia delle apparizioni sui palcoscenici di Torino vestita da suino e che si faccia chiamare Porco con le Emorroidi.
Come Batman Ma con le emorroidi.
Giulia non ha davvero le emorroidi, ma neanche Bruce Wayne aveva davvero le ali.