MEDITAZIONE SUL CIBO

domenica 4 ottobre ore 17.30
TEATRO COLOSSEO – via Madama Cristina 71, Torino
Lectures
Evento in collaborazione con Teatro Colosseo e Earthink Festival
con il sostegno di Torino Spiritualità
Aperitivo “Fuorisede”
Una degustazione offerta dai food partner, da gustare presso i loro punti vendita, a cura di Pastiglie Leone, CuochivolantiAgrisalumeria Luiset
e dei Maestri del Gusto di Torino e provincia 2019/2020: Birrificio San Michele, Boutic Caffè, Green ItalyPastificio BologneseEnoteca Rabezzana
BIGLIETTI
Lectures e aperitivo Fuorisede (leggi sotto per il menu!)
Intero: 7 € + fee | Ridotto*: 5 € + fee
→ acquista


MEDITAZIONE SUL CIBO

lectures di Gabriele Vacis
con le scenofonie di Roberto Tarasco
ispirata a “Il pranzo di Babette” di Karen Blixen

Una riflessione sul cibo a partire dal racconto di Karen Blixen Il pranzo di Babette.

Due sorelle norvegesi hanno rinunciato ai sogni e a ogni piacere terreno per seguire la via austera indicata dal padre. Dedite al prossimo, fanno della loro casa un luogo sicuro dove fare beneficenza. Fuggita da Parigi con l’accusa di essere una rivoluzionaria, arriva Babette, accolta dalle sorelle in cambio dell’aiuto come governante. Un giorno Babette scopre di aver vinto 10.000 franchi alla lotteria. Anziché tornare in Francia offre un grande pranzo. I dodici abitanti di Berlevaag ricorderanno per sempre quel banchetto a base di ingredienti preziosi e inebrianti, dopo una vita priva di piaceri terreni. «Perché?» chiederanno le due basite sorelle quando apprenderanno dell’enorme dispendio di denaro. «Un artista non è mai povero» risponderà Babette. Un’artista smette di esistere senza commensali che ne gustano i piatti. E la vita, priva del proprio senso, smette di essere vita.

Il racconto è un gioco di contrapposizioni, contrasto tra puritanesimo e sensualità. Tutto sembra trovare senso, ogni cosa terrena ha il sapore dell’eternità perché spirito e carne non sono così distanti. A partire dal racconto della Blixen e dalle statistiche mondiali che ci raccontano che le persone denutrite nel mondo, circa 840 milioni di individui, sono un terzo rispetto a chi è obeso o in sovrappeso, 2 miliardi e quattrocento milioni di persone, Gabriele Vacis e Roberto Tarasco conducono lo spettatore in un viaggio attraverso miti e ricette, economie e speculazioni, giudizi e pregiudizi su ciò che ci nutre.

APERITIVO “FUORISEDE”
ovvero: come trasformare un problema in un’occasione.
Non possiamo offrirti il nostro solito aperitivo prima dello spettacolo, in ottemperanza alle disposizioni sul distanziamento sociale?
Nessun problema! Dopo la lecture, riceverai una card offerta dai nostri food partner, che ti aspettano nelle loro sedi (ma anche on line) fino al 31 ottobre, con le loro meravigliose leccornie, per ritrovare un po’ di Play with Food anche fuori dal teatro.
Grazie a Cuochivolanti, Agrisalumeria Luiset, Pastiglie Leone e ai Maestri del Gusto di Torino e provincia 2019/2020: Green Italy, Pastificio Bolognese, Birrificio San Michele, Enoteca RabezzanaBoutic Caffè.

 

Gabriele Vacis
Regista e autore di teatro, è tra i fondatori della Cooperativa Laboratorio Teatro Settimo.Ha curato la regia di spettacoli quali Novecento con Eugenio Allegri, Totem con Alessandro Baricco, Stanca di guerra e Un’altra storia con Lella Costa. È autore con Laura Curino di Olivetti e con Marco Paolini degli spettacoli Adriatico, Liberi tutti e Il racconto del Vajont. Dal 1980 ha inventato e diretto diversi festival ed eventi come Torino Spiritualità e la Cerimonia Inaugurale delle Olimpiadi invernali di Torino. Ha scritto e curato la regia di opere liriche e trasmissioni radiofoniche e televisive. Alla fine degli anni 2000 l’interesse di Vacis si rivolge al cinema e all’intreccio dei linguaggi a scopo pedagogico. Il docu-film Uno scampolo di paradiso vince il Premio della Giuria al Festival di Annecy. Dal 2008 dirige il progetto TAM con il Palestinian National Theatre a Gerusalemme e il progetto La paura siCura che coniuga teatro, cinema e nuovi media. Nel 2017 ha fondato l’ISTITUTO di pratiche teatrali per la cura della persona. È direttore della Scuola per allievi del Teatro Stabile di Torino/Teatro Nazionale.

Roberto Tarasco
Light designer, scenografo ed esperto musicale negli ultimi anni ha curato gli allestimenti per Eugenio Allegri, Natalino Balasso, Alessandro Baricco, Enrico Bertolino, Lella Costa, Laura Curino, Arnoldo Foà, Valeria Moriconi, Marco Paolini, Valerio Binasco. È stato fondatore e direttore organizzativo di Laboratorio Teatro Settimo. Collabora stabilmente alla messinscena degli spettacoli diretti da Gabriele Vacis: Totem con Alessandro Baricco, cerimonie di apertura delle Olimpiadi Invernali di Torino e dei Giochi Paraolimpici, l’allestimento di Zio Vanja, I Rusteghi, La bellezza salvata dai ragazzini, Amleto a Gerusalemme per il Teatro Stabile di Torino. Attualmente è direttore artistico del Teatro Sociale di Valenza.