ANNA CAPPELLI

mercoledì 30 settembre ore 20
TEATRO ASTRA – via Rosolino Pilo 6, Torino
Spettacolo e aperitivo per numero limitato di spettatori
Evento in collaborazione con TPE – Teatro Piemonte Europa

→ Prima della performance: Chiara Cardea legge uno dei racconti vincitori della call in collaborazione con Crack Rivista e Torino Fringe Festival, e pubblicati nel numero speciale di Crack Rivista.

BIGLIETTI
Spettacolo e aperitivo (leggi sotto per il menu!)
Ingresso: 10 € + fee | Ridotto*: 8 € + fee
→ acquista


ANNA CAPPELLI

di Annibale Ruccello
uno spettacolo di e con
Carlo Massari

Anna: semplice, nubile, una come tante, forse… Il desiderio più grande è possedere: una stanza sua, una casa sua, un amore suo.
Se le chiedessero di scegliere tra essere e avere, non avrebbe dubbi.
È il possesso a rendere riconoscibile una persona, polverizzando frustrazioni e  amarezze. Le ossessioni però comportano un prezzo alto che chiede di essere pagato fino in fondo.
L’oppressione di un’esistenza piccolo-borghese, il rancore che si annida nel quotidiano quando non si può essere davvero se stessi, lo status sociale che conta più dell’essenza sono tensioni che animano questa donna in cui le parole nascondono sempre altro: l’ansia bruciante di identificarsi con ciò che ha, fino all’autodistruzione.
Anna Cappelli è comica e grottesca allo stesso tempo; una donna apparentemente “come tante” che in sette quadri scivola inesorabilmente verso il baratro della follia, cadendo rovinosamente al suolo e portandosi dietro lo spettatore.
Uno spettacolo volutamente intimo, fatto di profonda relazione con il pubblico, che entra letteralmente in casa, spia, è complice,  giudica e ci si ritrova, se ne vergogna…

Prima della performanceChiara Cardealegge uno dei racconti vincitori della call in collaborazione con Crack Rivista e Torino Fringe Festival, e pubblicati nel numero speciale di Crack Rivista.

L’aperitivo della serata:
– il fusillone al basilico con pomodori e mozzarella di Pastificio Bolognese (Maestro del Gusto di Torino e provincia 2019/2020)
– lo spiedino di salsiccia stagionata e frutta di Agrisalumeria Luiset
– le cialdine di mais con hummus alla canapa di Green Italy (Maestro del Gusto di Torino e provincia 2019/2020) e cruditées dei Cuochivolanti
– la birra di Birrificio San Michele
– il cioccolato di Pastiglie Leone
– la cura dei Cuochivolanti

 

C&C si identifica come progetto di creazione e sviluppo di un linguaggio artistico indirizzato verso un’indagine fisica e drammaturgica, in stretta relazione con tematiche sociali contemporanee. Caratterizzata da un lavoro costante e privo di sovrastrutture, C&C si interessa alla profondità delle relazioni interpersonali con l’obiettivo di portare la verità sul palco attraverso un linguaggio fisico che consenta allo spettatore di sentirsi rappresentato nella sua universalità.
La Compagnia, denota una vocazione per l’ibridazione tra danza e physical theater con altri codici performativi.
Le numerose produzioni, che vantano prestigiosi riconoscimenti internazionali, prevedono il coinvolgimento delle comunità con cui la Compagnia entra in contatto instaurando un dialogo con la collettività in grado di potenziare il progetto artistico rendendolo concreto ed efficace: una ricerca di verità relazionale che si coniuga a una totale apertura immaginifica capace di avvicinare il pubblico all’esperienza teatrale.